Kalòs kai Agathòs,
"bello e buono" inteso come "valoroso in guerra" e come "in possesso di tutte le virtù".



In particolare il termine καλός per i greci si riferisce non solo a ciò che è "bello" per il suo aspetto sensibile ma anche a quella bellezza che è connessa al comportamento morale "buono" ἀγαθός. Il concetto poi ampiamente ripreso nell’Atene classica, servì per descrivere l’intellettuale dominante nella carriera oratoria e politica, riferendosi dunque a un valore morale di virtù e giustizia. kalokagathia, concezione greca del bene connessa all'azione dell'uomo, sostiene una complementarità tra il "bello" e il "buono": ciò che è bello non può non essere buono e ciò che è buono è necessariamente bello. Una perfezione che nella visione platonica non può contemplarsi allora se non nel mondo ideale perfetto dove la suprema bellezza coincide con la perfetta bontà: il bello e buono perfetto che spinge gli uomini a imitarlo nel loro comportamento morale.
Questo concetto è per noi filosofia di vita.
 

 

Proprio per questo abbiamo scelto di essere Agathòs per esprimere, attraverso la nostra etica del lavoro, la nostra bellezza sensibile nei piatti e nell’armonia del luogo e la nostra sensibilità interiore nel rapporto con i nostri clienti..